In abissi Mar Ionio è record calore

La parte profonda del Mar Ionio si è riscaldata più di altri mari, accumulando - negli ultimi tre decenni - il doppio del calore rispetto a quanto osservato globalmente. Lo rivela uno studio su trent'anni di misurazioni e modelli numerici, condotto da scienziati italiani nell'ambito del progetto Ritmare e pubblicato sulla rivista Scientific Reports. Il fenomeno è legato all'aumento delle temperature medie nell'area, che si riflettono sulla notevole crescita di temperatura e di salinità avvenuta nelle acque dense del Mediterraneo orientale, provenienti sia dal bacino adriatico sia da quello egeo, spiegano gli scienziati dell'Enea, del Cnr e dell'università Ca' Foscari. Il dato particolare dello Ionio è però legato anche a fattori specifici: complici sono la conformazione non uniforme dei fondali e la circolazione delle masse d'acqua, che si mescolano e convogliano con efficienza il calore verso profondità di 3-4000 mila metri, dove continua ad immagazzinarsi.

Altre notizie

Notizie più lette

  1. La gazzetta del mezzogiorno
  2. Radio Senise News
  3. Radio Senise News
  4. OndaNews
  5. La Siritide

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

Tito

FARMACIE DI TURNO

    Nel frattempo, in altre città d'Italia...